Testata della Rete civica del comune di Empoli
Ti trovi in: i servizi > servizi e pratiche > società: politiche sociali > associazionismo > elenco > scheda 649

A.I.C. Associazione Italiana Celiachia

Che cos'è

E' un associazione di volontari (per lo più genitori), nata con lo scopo di occuparsi di tutti gli aspetti non medici legati alla celiachia, nonché di aiutare a diffondere le informazioni relative a questa intolleranza alimentare. L’Associazione Italiana Celiachia Onlus Toscana è nata nel 1985 e si è costituita ufficialmente con questo nome il 16 dicembre 1996 ed è iscritta, con Decreto del Presidente della Giunta Provinciale n° 49 del 04/11/1997, al n° 378 del Registro Regionale del Volontariato -Sezione Provincia di Firenze- Il Consiglio Direttivo è formato attualmente da 20 consiglieri di cui 6 eletti dall’Assemblea Regionale e gli altri, i coordinatori provinciali e/o zonali, che sono eletti da assemblee provinciali e/o zonali e il coordinatore del gruppo giovani. I sei eletti ricoprono le cariche di: Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere, due Consiglieri.

Scopo

Ogni coordinatore nella propria zona promuove iniziative (punti informativi, incontri periodici con i soci, presenza a manifestazioni pubbliche), intrattiene rapporti con le istituzioni, senza dimenticare che è il primo punto di riferimento nel momento che segue la diagnosi.

Attività

Da anni Aic Onlus Toscana pubblica materiale informativo e divulgativo relativo alla celiachia, in particolare edita Zoom (Aut. Trib. Firenze n. 5148 del 16.2.2002), notiziario regionale a cadenza trimestrale con cui informa i soci sull’attività dell’associazione. Negli anni l’Aic Onlus Toscana ha visto crescere gli ambiti di intervento: dal 2002 in Regione Toscana è costituito un tavolo di lavoro con la Regione e le Asl, che ha consentito, ad es., la trasformazione dei corsi informativi sulla ristorazione senza glutine in corsi di Formazione riconosciuti che danno luogo a specifico profilo professionale e dove è riconosciuto un ruolo specifico di AIC e del progetto AFC. (del. 1036/2005) Con l’approvazione della Delibera Regionale n° 723 del 26 luglio 2004, A.I.C. è divenuta interlocutore attivo nei rapporti con medici ed Asl all’interno del “Percorso assistenziale del paziente con celiachia”. Fra gli ultimi risultati in questo ambito, l’apertura del Centro Servizi Celiachia a Massa, Versilia e Arezzo. AIC ha inoltre ottenuto con decreto 1127/2005 della Regione Toscana di poter ampliare le modalità di erogazione dei prodotti senza glutine concessi gratuitamente dal SSN ai celiaci ed è la prima regione d’Italia ad aver ottenuto buoni spendibili, oltre che nelle farmacie, anche nei negozi specializzati e nella grande distribuzione. È inoltre in vigore la piena circolarità dei buoni fra le varie ASL della regione. Continuano a moltiplicarsi le iniziative in tanti comuni della Toscana rivolte ai medici, alle scuole e all’opinione pubblica in cui è richiesta la partecipazione di AIC attraverso i coordinatori di zona, i volontari e gli esperti del nostro comitato scientifico. L’Aic Onlus Toscana è stata più volte partner nell’organizzazione di Convegni medici di grande rilevanza, ad esempio il Convegno di Empoli “ La celiachia: una condizione complessa” dell’8 aprile 2011, solo per citare l’ultimo. Dall’anno scolastico 2007/08 Aic Toscana ha iniziato la sperimentazione del progetto “In fuga dal glutine” nelle scuole elementari incontrando subito l’interesse dell’Ufficio Scolastico Regionale del Ministero della Pubblica Istruzione, ed è così iniziato un percorso di informazione degli insegnanti di scuola elementare per quanto riguarda la celiachia e le attenzioni per favorire l’inserimento dell’alunno celiaco nella scuola. Dal 2007 ha preso il via un progetto di sostegno tramite gruppi di auto-aiuto volto a stimolare la condivisione e il confronto tra i celiaci (e i loro parenti e amici), relativamente al cambiamento delle abitudini alla vita quotidiana . Riguardo al volontariato internazionale seguiamo da anni “Il progetto di aiuto al popolo Saharawi” che ci vede impegnati con un progetto regionale, a sostegno economico, in cooperazione con l’ospedale pediatrico Meyer. Il progetto è un progetto di AIC nazionale le cui finalità sono:

 

Sede

Via Boncompagno da Signa 22 c

tel. 055-8732792 – fax 055 8790627

 

e-mail: segreteria-regionale@celiachia-toscana.it

indirizzo internet: www.celiachia-toscana.it

 

Recapiti: Roberta Campigli Castellani, coordinatrice zona Empolese Val d’Elsa:

tel 340.4084227 – tel.- fax. 0571-591091

Via Cherubini 87 50053 Empoli

 

e-mail: coord-empoli@celiachia-toscana.it

saharawi@celiachia.it

Responsabile

Serena Scala (Presidente)

Giuseppe Giura (Vice presidente)

Vanda Carusi (Segretario)

Giuseppe Di Fabio (Primo Consigliere)

Isidoro Martino (Tesoriere)

Associati

Anno 2011 – soci Toscana 7246

nel circondario emopolese: 532

Volontari

6-7

Responsabile Aggiornamento

A cura della segreteria

Scheda n. 649 - revisionata il 08/11/2012