Salta la barra di navigazione

Biblioteca Comunale "Renato Fucini" - Empoli | Home page | Indice alfabetico | Mappa del sito | Cerca sul sito |
Fondo antico Fondi speciali Sezione locale Sezione Ragazzi Sezione multimediale Sezione multiculturale Giornali e riviste

> Fondi speciali > Fondo Carlo Rovini

Fondo Carlo Rovini

Carlo Rovini (1932-1988) fu scrittore, poeta, pubblicista e prosatore; ma soprattutto fu un uomo che amò molto Empoli, e che raccolse attorno alla sua figura una grande stima da parte dei suoi concittadini.
Era un "empolese da capo a piedi", come è stato scritto di lui, amante della sua città e della sua gente, che osservava da una crudele posizione cui lo aveva costretto una malattia inesorabile, che minò il suo fisico senza però scalfire minimamente il suo animo e la sua inesauribile voglia di vivere.

Nel 1956 era stato colto da paraplegia; dalla sua carrozzella scrutava il mondo che gli stava attorno, pronto a descriverlo, a canzonarlo, a sfotterlo con quell'ironia che è propria di ogni buon toscano, e che sapeva rivolgere anche verso se stesso, come quando - nel retro di copertina di un suo libro - si definì "dottore in paraplegia esercitante su sedia a rotelle".

"Il riso fa buon sangue", era solito dire, e proprio in ossequio a questa semplice e sana norma di vita dette alla luce molti dei suoi numerosi prodotti letterari, quali "Il sonettiere", "Sculaccitaliatore", "Toscani di Toscana", "Il volo del ciuco", "Ghinghe e C., storie di ragazzi empolesi", "Cento giri d'Empoli" e le pubblicazioni del foglio umoristico L'Empoliere, attivo fra il 1961 e il 1973.
Per la sua opera ricevette riconoscimenti a livello nazionale e recensioni favorevoli da parte dei critici letterari più stimati.

Nel 1992 l'Associazione Pro Empoli e il Comune istituirono il "Premio Carlo Rovini", rivolto agli studenti delle Scuole secondarie superiori di Empoli, chiamati a cimentarsi con un elaborato riguardante la storia e la vita della Empoli di ieri o di oggi, oppure con un'analisi critica attorno alla vasta attività giornalistica, poetica e narrativa dello scrittore (21 furono i partecipanti).
Nello stesso anno la Biblioteca Comunale acquisì la documentazione appartenuta allo scrittore, allo scopo di raccogliere nel "Fondo Rovini" gli scritti editi e inediti, le raccolte di premi e onorificenze, le fotografie, i quaderni di appunti e i libri appartenuti allo scrittore.
Nel 1994 si svolse la seconda edizione del Premio, rivolta agli studenti delle classi terze della scuola media inferiore, chiamati a rispondere al tema "Empoli com'è oggi e come vorrei che fosse". Gli elaborati furono 54. In quella occasione gli alunni della Scuola elementare delle Cascine chiesero ufficialmente che la loro scuola fosse intitolata alla memoria di Carlo Rovini (la scuola porta appunto il suo nome dal 1995).
Nel 1996 fu la volta della terza edizione del Premio, rivolto ai ragazzi delle classi quinte delle scuole elementari empolesi, che risposero con 68 temi e 83 disegni.

Iniziative e attività in biblioteca...
Seminario "Perché ricordare Carlo Rovini" (18 febbraio 2000)
Presentazione del libro "Perché ricordare Carlo Rovini" (28 ottobre 2000)
... e sul sito web
Versione digitale del periodico L'Empoliere

URL: http://www.comune.empoli.fi.it/biblioteca/fondi/rovini/rovini.htm
Data creazione: 2002-11-26. Data ultimo aggiornamento: 2004-05-27. Webmaster