Testata della Rete civica del comune di Empoli
Ti trovi in: area stampa > comunicati stampa

COMUNICATI STAMPA

Indietro

COMUNICATO STAMPA

Giovedě, 26 ottobre 2017

 

COMUNE

Nuovo stadio e pista di atletica, ecco il report del processo partecipativo: cosa è emerso dai tavoli e dalle interviste

Pubblicati e inviati ai partecipanti le sintesi dei due momenti di ascolto

 

EMPOLI – USono stati pubblicati sul sito web istituzionale del Comune di Empoli i report finali del processo partecipativo “Stadio_Dicci la Tua!” relativi alle osservazioni al Project Financing sulla ristrutturazione dello stadio ‘Carlo Castellani’ e alla costruzione di un impianto per l’atletica in zona Santa Maria.

Si tratta di due documenti in cui ‘Avventura Urbana’, incaricata dall’amministrazione comunale, di portare avanti questo percorso di partecipazione con la cittadinanza e con le realtà sociali di Empoli, ha raccolto e sitentizzato i pareri espressi da chi è stato intervistato in estate e dai tavoli a cui, lo scorso sabato 30 settembre, al Palazzo delle Esposizioni, erano seduti 160 persone.

I due documenti saranno anche inviati a tutti i partecipanti all'evento che hanno lasciato la mail i quali che potranno inviare documenti integrativi con osservazioni.

I risultati del processo partecipativo integrano le analisi tecniche e politiche svolte dall’amministrazione comunale.

 

Nel documento che sintetizza il report dei tavoli si trovano vari aspetti: il coinvolgimento e l’informazione della cittadinanza, il progetto presentato dall’Empoli FC, elementi gestionali e informazione sulla concessione a 90 anni dello stadio, la struttura del nuovo impianto di atletica leggera, la viabilità e la riorganizzazione urbanistica del quartiere di Serravalle, focus sul sistema economico locale.

 

Per quanto riguarda l’operazione di ascolto, che si è svolta nella scorsa estate, il metodo utilizzato ha previsto una prima consultazione di un gruppo ristretto di attori territoriali, suggerito dall’amministrazione comunale, rappresentanti importanti e qualificati punti di vista sulla vicenda dello stadio. Una lista che è stata quindi progressivamente implementata durante l’ascolto tramite i suggerimenti dei diversi soggetti di volta in volta sentiti. Sono stati intervistati complessivamente 65 soggetti, di cui: 8 amministratori, 13 stakeholder, 41 cittadini in forma singola o associata e 3 rappresentanti delle forze dell’ordine.

Per quanto riguarda l’incontro del PalaExpo è emersa la richiesta al Comune di un maggiore ascolto e coinvolgimento dei cittadini in merito alle trasformazioni urbanistiche che riguardano il loro contesto di vita. In particolare riguardo al progetto di ristrutturazione dello stadio ‘Castellani’ e di costruzione del nuovo impianto di atletica gli intervenuti hanno manifestato una sostanziale soddisfazione per il processo di ascolto che è stato realizzato, pur mettendone in evidenza una limitata accessibilità alle informazioni tecniche relative al progetto (in particolare quelle economiche – finanziarie).Riguardo al progetto di ristrutturazione dello stadio ‘Castellani’ e di costruzione di un nuovo impianto per l’atletica leggera gli intervenuti hanno assunto posizioni divergenti. Da un lato, alcuni dei partecipanti si sono dichiarati contrari al progetto, considerandolo un’operazione potenzialmente dannosa per la città in termini di congestionamento della viabilità locale e conseguente peggioramento della qualità di vita degli abitanti e di innesco di un meccanismo concorrenziale per le attività commerciali presenti sul territorio. Dall’altro, è emersa la posizione di coloro che considerano la proposta dell’Empoli FC come una grossa opportunità per la città. In questo caso interlocutori sostengono che la realizzazione del progetto consentirebbe sia di avere una struttura calcistica moderna e adatta alle mutante esigenze del mondo del calcio sia, contemporaneamente, di dotare il territorio di un nuovo centro di atletica di eccellenza. Entrambi gli interventi contribuirebbero a migliorare il livello di prestazioni e servizi urbani forniti, senza alcun onere per l’amministrazione pubblica. La maggioranza degli intervenuti ha preso una posizione intermedia tra le precedenti, assumendo il nuovo progetto presentato dall’Empoli FC come una possibilità di intervento sul territorio, di cui valutare approfonditamente e con cautela la pubblica utilità e immaginandone, al contempo, idee e proposte di miglioramento.