Testata della Rete civica del comune di Empoli inEmpoli - Sito turistico del Comune di Empoli
Ti trovi in: altre notizie in evidenza

Finanziamento regionale a sostegno dell'offerta di servizi per la prima infanzia a.e. 2017/18

Il Comune di Empoli ha partecipato al bando della Regione Toscana per sostenere l’offerta dei servizi educativi per la prima infanzia per l’anno educativo 2017/2018 che prevede un finanziamento complessivo di 11,5 milioni di euro. Di questi, al Comune di Empoli sono state assegnate risorse per un ammontare di euro 130.007,18 con cui verranno finanziate due azioni:

 

1. Sostegno nella copertura delle spese di gestione del nido d'infanzia comunale “Casa dei Canguri”

 

2. Sostegno dell'offerta di servizi educativi per la prima infanzia accreditati pubblici non comunali e privati accreditati, attraverso l'acquisto di posti-bambino da parte delle amministrazioni comunali a favore delle famiglie rimaste in lista d’attesa nella graduatoria per accedere al nido d’infanzia comunale.

 

Grazie all'azione 2, il finanziamento regionale ha permesso a nove bambini in lista d'attesa la frequenza presso i nidi privati convenzionato “Arca di Noè’ e ‘San Giovanni Evangelista’, alle stesse tariffe del nido comunale.

 

L’investimento sulla prima infanzia rappresenta per la Regione Toscana un’area di attenzione particolarmente importante che, coerentemente con quanto sostenuto dalla Raccomandazione della Commissione Europea “Investire nell’infanzia per rompere il circolo vizioso dello svantaggio sociale” (2013/112/UE), si sviluppa con servizi di educazione ed accoglienza per l’infanzia di qualità e di tipo universalistico.

 

Inoltre, trattandosi di un avviso che vede quali beneficiari ultimi i nuclei familiari con minori, intende da un lato assicurare le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, dall’altro assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne, al mercato del lavoro, così come stabilito nella raccomandazione (2008/867/CE) della Commissione sull’inclusione attiva. Per questo motivo una parte delle risorse del Fondo sociale Europeo sono destinate ad azioni per la prima infanzia.

 

Mia Immagine

Mia Immagine

 

Ultimo aggiornamento 03/10/2017