"La voce delle cose"

.

Orario: dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso

Il Museo del Vetro di via Ridolfi ospita la mostra "La voce delle cose"

L'esposizione racconta il lavoro fatto con gli anziani, a seguito della formazione svolta dalla rete degli animatori ed educatori geriatrici delle Rsa Chiarugi di Empoli, Il castello di Montelupo Fiorentino, Santa Maria della Misericordia di Montespertoli, Le Vele di Fucecchio, Del Campana Guazzesi di San Miniato, Ciapetti di Castelfiorentino, Meacci di Santa Croce sull’Arno, di una educatrice museale parte del coordinamento regionale Musei Toscani per l’Alzheimer e di un’animatrice della Rsa Le Magnolie (Isolotto, Firenze).

La mostra è nata da un laboratorio autobiografico di gruppo che risponde al bisogno di raccontarsi come cura di sé e di relazione con gli altri, per riflettere insieme alla comunità allargata sui processi di invecchiamento. La relazione tra cultura e invecchiamento, quindi se e come può il patrimonio artistico e culturale costituire una risorsa per un invecchiare consapevole e partecipante alla vita della comunità, è il tema al centro dell'edizione 2022 di Alzheimer Fest, in programma a Firenze dal 9 all'11 settembre 2022.

Un laboratorio itinerante che si è svolto fra varie case per anziani del territorio dell'Empolese Valdelsa per proporre ai partecipanti l'osservazione di oggetti di vita quotidiana, prestati per l'occasione dal Museo del Vetro di Empoli e dal Museo della Ceramica di Montelupo Fiorentino. L'incontro con gli oggetti esposti, con la complicità di specifiche domande e suggestioni, è stato la scintilla per stimolare i partecipanti a raccontarsi e a condividere momenti del loro percorso. Tutte le parole condivise sono state registrate ed ecco che la mostra è quindi un viaggio fra le voci e gli otto oggetti che fra loro accolgono anche un espositore vuoto. La sua funzione? Essere un invito a scegliere il proprio oggetto per raccontarsi.

La mostra è visitabile in orario di apertura del Museo del Vetro, dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 19.
Per informazioni, è possibile chiamare il numero 0571 76714

Argomenti: