ALIMENTI BIOLOGICI NELLA RISTORAZIONE SCOLASTICA EMPOLESE

COMUNICATO STAMPA

Empoli, 24 gennaio 2003

La Legge Regionale n.18 del 27/05/2002 per riscoprire i prodotti tradizionali della nostra gastronomia

L'educazione alimentare nella ristorazione scolastica è sempre stata tema di grande attenzione nei plessi scolastici empolesi, lavorando in stretta collaborazione con l'Ausl 11 di Empoli per un servizio di qualità. Con la Legge Regionale n.18 del 27/05/2002 allo scopo di tutelare la salute dei cittadini, promuovere nelle mense scolastiche e nelle refezioni ospedaliere, l'utilizzo di prodotti agroalimentari provenienti da agricoltura biologica, da agricoltura integrata, tipici e tradizionali oltre che a programmi di educazione alimentare, il Comune di Empoli ha scelto di utilizzare nelle proprie ristorazioni, alcuni alimenti biologici, iniziando con l'introduzione del latte (fresco e uht), dello yogurt alla frutta, della carne rossa cresciuta e macellata in Italia, del burro, della mozzarella e dello stracchino: alimenti particolarmente significativi nell'ambito della ristorazione scolastica.

Un percorso appena iniziato che l'Amministrazione Comunale ha intenzione di proseguire, introducendo altri alimenti provenienti dal biologico quali frutta, verdura, pane e altri ancora.

Il biologico è l'assenza di residui di sostanze nocive nei vari alimenti come gli antiparassitari nel campo dell'ortofrutta, gli antibiotici e gli anabolizzanti nel campo dei prodotti di origine animale.