Mille studenti incontrano padre Alex Zanotelli

COMUNICATO STAMPA

Empoli, 8 novembre 2002

Questa mattina al Palazzo delle Esposizioni, ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori

C'erano più di mille studenti delle scuole medie inferiori e superiori, questa mattina al Palazzo delle Esposzioni di Empoli, ad ascoltare padre Alex Zanotelli. "I diritti degli altri", questo il titolo scelto per l'incontro, che è inserito nel progetto "Investire in democrazia", portato avanti in questi anni dal Comune di Empoli con le scuole.

E' stato un incontro molto intenso, fatto di attenzione, ascolto, di una forte partecipazione emotiva. Due ore e mezza di confronto aperto. Il missionario comboniano a raccontato la sua esperienza in Kenia, nella baraccopoli di Korogocho, alla periferia Nord-Est di Nairobi. Quindi ha affrontato i temi legati alla globalizzazione, dallo sfruttamento delle risorse, allo strapotere delle multinazionali, dalla minaccia della guerra permanente, alla necessità di sostenere le moltitudini dei poveri e degli sfruttati nel mondo.

"Recuperate la vostra dignità di giovani, non fatevi schiacciare dalla logica dominante. E' necessaria una presa di coscienza individuale, di ognuno di noi, se vogliamo che il mondo prenda un'altra direzione", ha detto padre Zanotelli ai ragazzi. "Sentitevi responsabili di tutto quello che succede nel mondo. Dite no alla guerra in Iraq, dite no alla guerra permanente.Impegniamoci affinché la guerra, qualsiasi guerra, diventi un tabù, solo così l'umanità potrà salvarsi. Dobbiamo imparare a farci carico individualmente di quello che accade e ad agire collettivamente. Solo in questo modo potremo incidere nei grandi processi che investono tutto il pianeta".

I ragazzi hanno rivolto molte domande a padre Zanotelli: dalla scelta individuale che l'ha spinto in Africa, alla politica e all'economia internazionale, dal libero mercato all'immigrazione, dal rischio di una guerra contro l'Iraq al ruolo della Chiesa nelle vicende internazionali.