Dalla biodiversità urbana al progetto Vivere il Giardino: natura protagonista a scuola

Mattinata di approfondimento per gli studenti delle classi prime della scuola secondaria di primo grado Busoni. L'assessore Marconcini: "E' vitale quando si parla del domani del territorio coinvolgere le nuove generazioni"

Dalla biodiversità urbana al progetto Vivere il Giardino: natura protagonista a scuola

EMPOLI - Che cos'è la biodiversità urbana? E qual è il ruolo dei carabinieri forestali nella nostra comunità? O ancora, in che modo il Patto del Verde rappresenta una bussola per istituzioni, cittadine e cittadini che vogliano contribuire a rendere la città più vivibile? Sono alcune delle domande che hanno trovato risposta nel corso della mattinata di oggi, mercoledì 22 novembre 2023, durante il secondo appuntamento del cartellone di eventi, promossi dall'amministrazione comunale in occasione della Giornata nazionale degli alberi. Tre date, con protagoniste le scuole del territorio, che hanno visto il prezioso contributo di Legambiente, Nucleo Carabinieri Forestale di Empoli, Ce.T.R.A.S. Centro Toscano recupero Avifauna Selvatica e Istituti comprensivi Empoli Est ed Empoli Ovest.

Ad aprire la mattinata di approfondimento, rivolta alle classi prime della scuola secondaria di primo grado Busoni e ospitata nell'auditorium del liceo Il Pontormo, i saluti istituzionali da parte della dirigente scolastica, Maria Anna Bergantino, ai quali è seguito l'intervento dell'assessore all'Ambiente del Comune di Empoli, Massimo Marconcini. "Incontrare e confrontarsi con studenti e studentesse è un modo per condividere auspici e proposte per il futuro della città - sottolinea l'assessore Massimo Marconcini - È vitale quando si parla del domani del territorio coinvolgere le nuove generazioni, ascoltare i loro pensieri e cercare insieme di mettere insieme una 'cassetta degli attrezzi' che metta a disposizione di ognuno di noi gli strumenti adeguati per fare la differenza. Il Patto del Verde nasce anche con questa finalità, essere una guida per le istituzioni pubbliche ma anche per imprese e cittadinanza nel costruire una città più verde. Anche con scelte che possono sembrarci banali, come la realizzazione di una siepe a casa, possiamo contribuire alla tutela dell'ambiente e a uno sviluppo più sostenibile della città. Quindi, grazie a chi ha reso possibile questa iniziativa, contribuendo a sensibilizzare su un tema importante come la tutela dell'ambiente".

Nel corso della mattinata, hanno preso la parola Stefano Busoni, presidente Legambiente Circolo Empolese Valdelsa, che ha parlato de “La festa nazionale degli alberi: i temi che ci propone”, Luigi Malfatti dell’associazione Ce.t.r.a.s. intervenuto su “La biodiversità urbana”, e Giulia Tofani, comandante del nucleo Carabinieri Forestale di Empoli, che ha illustrato le attività dei carabinieri forestali. L'attenzione si è poi spostata sul progetto Vivere il Giardino, illustrato dalla docente Antonella Pucci e da studentesse e studenti, prima del momento conclusivo della mattinata, la messa a dimora di un albero di ciliegio nel giardino della scuola.

L'ultima tappa delle iniziative dedicate alla Giornata nazionale degli alberi è in programma venerdì 24 novembre 2023: dalle 10 alle 11.30, all’Auditorium della scuola Vanghetti spazio all'approfondimento per le classi seconde della scuola secondaria di primo grado Vanghetti, aperto dai saluti istituzionali del dirigente scolastico Marco Venturini. Seguiranno gli interventi di Adolfo Bellucci, assessore alle Manutenzioni del Comune di Empoli, che parlerà del Patto del Verde, di Marco Boldrini del direttivo Legambiente Circolo Empolese Valdelsa su “La festa nazionale degli alberi: i temi che ci propone”, di Luigi Malfatti dell’associazione Ce.t.r.a.s. su La biodiversità urbana, di Giulia Tofani, comandante del Nucleo Carabinieri Forestale di Empoli, su “Le attività dei carabinieri forestali”, e infine di Alberto Ninci e Irene Lozzi, docenti della scuola Vanghetti, su come nasce il progetto “Orto” che approfondiranno a seguire gli studenti e le studentesse. A conclusione, spazio alla messa a dimora di un albero di ciliegio nel giardino scolastico.