Comitato di sicurezza, un Piano straordinario con tutte le Forze di Polizia per infrenare alcuni fenomeni

Avrà la durata di un mese, coprirà le aree più sensibili e segnalate come piazza della stazione, viale Buozzi e certi esercizi commerciali, soprattutto nelle ore diurne

.

EMPOLI – Si è riunito questa mattina, lunedì 4 aprile 2022, nella sala consiliare del Palazzo Municipale, il Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica. Un focus soltanto sulla città di Empoli per infrenare alcuni fenomeni da tempo segnalati e all’attenzione dell’amministrazione comunale, che collabora da sempre e di pari passo con le forze dell’ordine che svolgono un’attività quotidiana su tutto il territorio comunale. 

Al Comitato, presieduto dal Prefetto di Firenze Valerio Valenti, hanno partecipato il Questore Maurizio Auriemma, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Gen. Fabrizio Nieddu, il Comandante del Reparto Operativo dei Carabinieri, Col. Carmine Rosciano, il Dirigente del Commissariato P.S. di Empoli Francesco Zunino; il Comandante Compagnia Carabinieri di Empoli Ten. Col. Daniele Riva, il Comandante Compagnia Guardia di Finanza Cap. Alessandro Arpaia di Empoli. Per il Comune di Empoli, oltre al sindaco Brenda Barnini erano presenti l’assessore Antonio Ponzo Pellegrini, il Comandante della Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni Empolese Valdelsa Massimo Luschi e
il Segretario generale Rita Ciardelli.


Si è trattato di un confronto proficuo e concreto che, dopo l’analisi congiunta delle principali criticità riscontrate nel capoluogo del Circondario, ha portato alla decisione condivisa di elaborare un piano straordinario di controlli con l’obiettivo di prevenire e contrastare soprattutto alcuni fenomeni, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, particolarmente avvertiti e segnalati dalla cittadinanza in alcune “zone calde” della città, come piazza della stazione e viale Buozzi. Il piano, che sarà definito dal Questore in sede di tavolo tecnico, avrà inizialmente la durata di un mese, al termine del quale ne verrà verificata l’efficacia in sede di Comitato di ordine pubblico. Verranno impegnate tutte le Forze di polizia, compresa la Polizia municipale, e saranno messe in campo tutte le professionalità richieste allo scopo. 

Brenda Barnini ha spiegato: «Ringrazio il prefetto per aver voluto convocare una seduta del Comitato totalmente dedicata alla città di Empoli. È stata un’occasione importante per mettere a fuoco i principali elementi di criticità sul tema della sicurezza nel nostro Comune e c’è stata grande sintonia nell’analisi dei problemi, il che vuol dire che ora possiamo muoverci alla ricerca di interventi e soluzioni che parlano la stessa lingua. Massima disponibilità da parte dell’amministrazione sia per quello che riguarda interventi strutturali (abbiamo investito molte risorse per aumentare la rete della video sorveglianza, siamo disponibili a farlo ancora, ed anche ad adottare provvedimenti ad hoc con ordinanze che possono servire a limitare determinati comportamenti) e poi grande disponibilità da parte della nostra Polizia Municipale a collaborare con le forze dell’ordine. Le zone critiche sono quelle ben conosciute dai cittadini di Empoli: piazza della stazione, viale Buozzi, metro park, dove si concentrano fenomeni che preoccupano molto e che abbiamo chiesto di mettere davvero nel mirino, quali lo spaccio. Tra un mese ci rivedremo ed è una grande novità dal punto di vista del metodo, e di questo ringrazio Prefetto e Questore, perché riuscire tra un mese a fare davvero un primo bilancio di quello che è successo con questa cura d’urto è importante per poi capire se c’è bisogno di proseguire oppure se già si saranno visti dei risultati».

Il Prefetto Valerio Valenti ha affermato: «Un incontro positivo e concreto. Abbiamo voluto fare un focus specifico sulla Città di Empoli, che rappresenta un’area complessa da molti punti di vista. L’analisi congiunta ha coinciso con le problematiche messe in evidenza dal sindaco, note alle forze di Polizia e già oggetto di numerose attività su territorio. È ovvio che c’è una forte sensibilità sul tema della sicurezza da parte della cittadinanza e i fenomeni che maggiormente si evidenziano sono quelli dello spaccio di sostanze stupefacenti e di degrado, concentrati in alcuni orari e in alcune zone, ed anche la situazione di illegalità di alcuni esercizi commerciali, che verranno considerati con particolare attenzione dalle forze di polizia. Ci siamo impegnati a verificare tra un mese l’esito dei controlli e verificare se l’attività ha dato risultati positivi. Auspico il concorso di tutti, anche dei cittadini, che invitiamo a continuare a segnalare e a tenere comportamenti proattivi per contrastare fenomeni di illegalità: penso allo spaccio, dove all’offerta diffusa corrisponde analoga domanda, purtroppo per lo più da parte di giovani».