Continuità educativa, dai nidi alle scuole dell'infanzia "In viaggio insieme a Madì"

Al via la consegna di una copia dell'albo illustrato donato dall'amministrazione comunale ai servizi educativi e alle scuole dell'infanzia di Empoli

Continuità educativa, dai nidi alle scuole dell'infanzia "In viaggio insieme a Madì"

EMPOLI - Aiutare i piccoli del nido a 'fare amicizia' con la loro scuola futura, attraverso la lettura e le attività a essa legate, grazie alle avventure del libro "Il viaggio di Madì" (Sara Marconi, Anna Curti (2022), Edizioni Lapis). È tutto pronto per il via a una nuova 'edizione' del progetto di continuità educativa promosso dal Comune di Empoli. Un percorso che anche quest'anno vede protagonista un albo illustrato che, in questi giorni, sarà distribuito nei servizi educativi e nelle scuole dell'infanzia di Empoli, dono dell'amministrazione comunale. 

Consapevoli che la continuità educativa sia un traguardo importante e necessario per garantire ai bambini un percorso educativo coerente, l'amministrazione, attraverso gli uffici competenti, ha ritenuto fondamentale promuovere e incrementare quanto già realizzato nello scorso anno educativo e scolastico, proponendo un progetto continuità ai nidi d'infanzia pubblici e privati e alle scuole dell'infanzia statali dei due Istituti comprensivi e paritarie, presenti sul territorio comunale. Il progetto dal titolo "In viaggio insieme a Madì", che prenderà avvio dal mese di novembre 2023, ha l’obiettivo di dar vita a un filo rosso che lega le due istituzioni educative e che i bambini ritroveranno e potranno riconoscere nel passaggio da un contesto all’altro. Tutto per far sì che i piccoli possano ritrovare alla scuola dell'infanzia ambiti di attività e di gioco, spazi resi familiari da attività di interscambio e da 'tracce' lasciate anche da loro stessi grazie al progetto. Allo stesso tempo, "In viaggio insieme a Madì" rappresenta anche una buona opportunità per il personale educativo e insegnante di conoscenza e condivisione di pratiche educative.

"Anche quest'anno il progetto di continuità educativa è affidato, oltre che alle competenze e alla sensibilità del personale che lavora nei nidi e nelle scuole dell'infanzia della città, a un libro, una storia con il suo racconto e i suoi protagonisti - sottolinea la sindaca Brenda Barnini - La lettura è un momento di incontro intimo e prezioso prima di tutto con se stessi ma è anche un'occasione per condividere e costruire legami attraverso attività e pensieri, a ogni età. Ne siamo convinti e, per questo, come amministrazione comunale abbiamo scelto di donare gli albi illustrati a ogni nido e ogni scuola anche quest'anno, certi che saranno uno strumento prezioso per costruire relazioni importanti per il presente e il futuro di bambine e bambini".

"La coerenza e il dialogo tra i diversi contesti di vita dei bambini sono una condizione fondamentale per il loro benessere - spiega Elisa Bertelli,  coordinatrice pedagogica del Comune di Empoli - Lavorare per fornire un filo conduttore coerente, capace di restituire a ciascun bambino il senso della propria crescita, pur nel naturale cambiamento, diventa oggi ancora di più una prospettiva indispensabile, stabilita anche a livello normativo dal decreto legislativo n. 65 del 2017 e dalla legge 107 del 2015  che istituiscono il sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita ai sei anni".

Il libro “Il viaggio di Madì”, strumento - ponte comune sia al nido che alla scuola dell’infanzia, farà da sfondo integratore a tutte le esperienze di gioco e didattiche che saranno proposte a bambine e bambini e rappresenterà lo strumento comune di lavoro tra le due istituzioni educative-scolastiche. Il progetto vedrà poi la sua restituzione finale a maggio, durante le giornate del Festival Leggenda, attraverso una mostra corale che darà conto delle belle esperienze realizzate.