Eccidio di Sant’Anna di Stazzema, il Comune di Empoli ha partecipato alle celebrazioni

Alla commemorazione del 79° anniversario della strage, presente l'assessore comunale Adolfo Bellucci con il Gonfalone civico

.

EMPOLI – Un'occasione per ricordare una delle stragi più feroci commesse nei confronti di donne, bambini, anziani, rifugiati. Civili massacrati e uccisi il 12 agosto 1944. Anche quest’anno il Comune di Empoli con il Gonfalone civico ha partecipato alla commemorazione del 79° anniversario della strage di Sant’Anna di Stazzema.

In rappresentanza della città di Empoli, l’assessore comunale Adolfo Bellucci. "E' fondamentale difendere la memoria della storia, conoscere i fatti - sottolinea l'assessore Bellucci - Ed è altrettanto importante ricordare coloro che hanno perso la vita, come in questo caso, da innocenti. E' importante che il ricordo di ciò che è stato resti sempre vivo, così da costruire un presente e un futuro dove valori come democrazia, giustizia e rispetto dell'altro siano centrali e indiscutibili".

La giornata si è aperta in piazza della Chiesa con la deposizione delle corone di fiori e la celebrazione della Santa Messa. È seguita la salita al monumento ossario sacrario dove è stata inaugurata la mostra Colori per la pace e dove si è tenuta la deposizione di una corona di alloro da parte delle autorità. A seguire, si sono tenuti gli interventi. 

 

Programma del 79esimo anniversario della strage di Sant'Anna di Stazzema

Piazza della Chiesa

Ore 9 Ritrovo autorità e delegazioni a Sant’Anna di Stazzema

Ore 9,15 Deposizione corone di fiori

Ore 9,30 Celebrazione della S. Messa sul sagrato della chiesa

Ore 10,15 Composizione del Corteo e salita al Monumento Ossario Sacrario e inaugurazione mostra Colori per la Pace

Ore 10,45 Deposizione Corona di alloro da parte delle autorità

Ore 10,55 Saluto del Sindaco di Stazzema Maurizio Verona

Saluto Presidente dell’Associazione Martiri di Sant’Anna Umberto Mancini

Saluto rappresentante Regione Toscana

Orazione ufficiale di Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia Romagna

Saluto dei partecipanti al Campo della Pace italo tedesco