Empoli futura: quattro mesi per immaginare il futuro della città e del territorio

Al via una serie di appuntamenti pubblici su urbanistica e rigenerazione urbana

.

EMPOLI - Due percorsi di ascolto della cittadinanza, di condivisione e attività che permettano di valutare insieme le scelte che caratterizzeranno il futuro del territorio. Si chiamano Empoli POC e Arno Vita Nova e sono due programmi di attività di informazione e partecipazione che stanno per partire e che, nei prossimi mesi, proporranno una serie di eventi pubblici rivolti alla cittadinanza, appositamente pensati per disegnare insieme la città del futuro. Un calendario che, dal mese di ottobre, proseguirà fino al gennaio 2024.
 
Empoli POC è finalizzato alla redazione del nuovo Piano Operativo Comunale (POC) del Comune di Empoli, lo strumento urbanistico che stabilisce nel dettaglio dove, come e quanto si può intervenire nella trasformazione, valorizzazione e tutela del territorio comunale.
 
Arno Vita Nova invece accompagna la definizione di alcuni interventi di rigenerazione urbana per cui il Comune di Empoli e quello di Capraia e Limite hanno vinto un finanziamento FESR-FSE+: a Empoli si tratta del recupero di Palazzo Ghibellino, della riqualificazione di Porta Pisana e delle vie limitrofe, della ristrutturazione e rifunzionalizzazione degli ex Macelli mentre a Capraia e Limite riguarda la costruzione di una nuova passerella ciclopedonale sull’Arno.
 
Calendario alla mano, le iniziative di informazione e partecipazione prenderanno il via venerdì 20 ottobre 2023 con un evento di lancio congiunto che si svolgerà dalle ore 17 alle 20 a La Vela - Margherita Hack (via Magolo 32, Empoli). Entrando più nel dettaglio, durante la serata saranno presentati tutti gli appuntamenti successivi e sarà dato spazio alla riflessione sul tema della città inclusiva secondo diverse prospettive grazie a tre interventi ispiratori: la prospettiva di genere verrà trattata con Chiara Belingardi (Master “Città di genere. Metodi e tecniche di pianificazione e progettazione urbana e territoriale”, Università degli studi di Firenze), il punto di vista dei bambini verrà affidato a Valentina Zerini (Area Advocacy - Comitato italiano per l’UNICEF fondazione ETS), mentre di inclusione e abbattimento delle barriere architettoniche, sociali e culturali parleremo con Carlo Tempesti (Associazione Vorrei prendere il treno onlus).

L'ingresso sarà garantito a tutti coloro che sono interessati ma, per ragioni organizzative, è gradita la registrazione all’evento compilando il modulo di iscrizione disponibile a questo link: https://forms.gle/ywwnu66sgqFmRhAz5 

IL CALENDARIO - Il calendario degli eventi comprende due passeggiate partecipative: la prima si svolgerà sabato 28 ottobre dalle 15 alle 18 nel centro storico e consentirà di visitare alcuni dei luoghi interessati dagli interventi di rigenerazione urbana finanziati con fondi FESR-FSE+, la seconda invece è prevista per sabato 11 novembre dalle 10 alle 13 nell’area della stazione ferroviaria. In entrambe le occasioni, i partecipanti potranno fisicamente passeggiare e confrontarsi tra loro, con i tecnici e i facilitatori nelle aree protagoniste dello sviluppo futuro della città, condividendo idee e proposte. È prevista poi una mattina di approfondimento negli spazi della biblioteca comunale di Capraia e Limite a proposito della costruzione della nuova passerella ciclo-pedonale, fissata per sabato 25 novembre dalle 9.30 alle 12.30. Un momento importante per i due progetti sarà quello del laboratorio cittadino che si svolgerà il 6 dicembre al Palazzo delle Esposizioni di Empoli, in cui i partecipanti potranno condividere riflessioni e contributi all’interno di tavoli di co-progettazione, in programma dalle 18 alle 22 (è previsto un piccolo rinfresco).

Entrambi i percorsi vedranno quindi la loro conclusione con un talk pubblico il 24 gennaio 2024 a La Vela Margherita Hack dalle 18 alle 20: si tratta di una intervista a più voci per riflettere su quanto emerso dagli incontri precedenti.

Empoli Futura locandina