Eventi: torna Empoli Città del Natale

Dal 19 novembre all’8 gennaio luci, attrazioni e tanti eventi speciali per una festa sostenibile e solidale. Il presidente dell’assemblea legislativa Mazzeo: “Un momento che tiene insieme socialità, solidarietà e speranza”

.

Firenze – Torna, per la sua quarta edizione, ‘Empoli città del Natale’l’attesa kermesse che, dal 19 novembre 2022 all’8 gennaio 2023, renderà la cittadina toscana un punto di riferimento delle festività invernali. Oltre ad ammirare le spettacolari installazioni luminose sui palazzi del centro storico, i visitatori potranno immergersi nel magico mondo di Babbo Natale, entrare nella casa della mascotte o aggirarsi per il villaggio dei mercatini di Natale. Per gli appassionati ci sarà la possibilità di cimentarsi sulla pista da pattinaggio del Palaghiaccio, di avventurarsi sulla ruota panoramica o sulla giostra a cavallo. Un programma ricco e pieno di novità che è stato presentato questa mattina a palazzo del Pegaso, sede del Consiglio regionale.

“E’ bello presentare qui il Natale del Comune di Empoli – ha detto il presidente dell’Assemblea legislativa toscana Antonio Mazzeo – Il Natale è un momento di socialità non solo per i più piccoli, è un modo per ritrovarci in serenità dopo gli anni difficili della pandemia. Lo scorso anno – ha aggiunto – abbiamo presentato questo evento parlando di restrizioni, eppure fu comunque una grande festa di luci e colori. Empoli attirò da tutta la regione tantissime cittadine e cittadini”. Una grande manifestazione dunque che quest’anno, come ha ricordato Mazzeo, sarà all’insegna della solidarietà e della sostenibilità. “Parte del ricavato – ha spiegato – sarà messo a disposizione per il polo pediatrico dell’ospedale San Giuseppe di Empoli e per l’acquisto di alberi col progetto Carbon Neutral: anche noi daremo il nostro contributo. Un momento dunque che tiene insieme la socialità, la speranza, la solidarietà. Ringrazio l’Amministrazione comunale e la Confesercenti, perché questa è un’iniziativa che nasce dal basso, dai tanti commercianti che hanno vissuto il periodo difficile della pandemia e ora sperano si possa ripartire.”

Un evento che, ha sottolineato anche il consigliere regionale Enrico Sostegni, “da qualche anno ha assunto rilevanza regionale e non solo, diventando un’offerta turistica che richiama persone da tutta Italia”. “L’iniziativa – ha ricordato Sostegni – nasce dalla volontà di volere creare una manifestazione con un forte spirito natalizio che portasse a una valorizzazione per il commercio e per la città, e in questi anni ciò è avvenuto in maniera eccezionale. Quest’anno inoltre ci sarà una grande attenzione al tema del risparmio energetico e del rispetto ambientale”.

Le installazioni luminose saranno infatti temporizzate e dotate di tecnologie di ultima generazione che consentiranno di abbattere il consumo di energia. Per ridurre l’impatto ambientale è stato individuato come obiettivo la piantumazione di alberi per compensare le emissioni di CO2. 

Empoli Città del Natale nasce dall’impegno di Confesercenti e dell’Associazione Centro Storico Empoli, col sostegno dell’Amministrazione comunale. “Il Comune ha dato un contributo coprendo circa il 30 per cento dei costi perché il progetto potesse essere realizzato– ha ricordato Antonio Ponzo Pellegrini, assessore del Comune con delega al Commercio e Attività Produttive – Conosciamo le difficoltà delle famiglie in questo momento e non dimentichiamo che abbiamo una guerra alle porte, però vogliamo dare il segnale che il Natale deve rimanere”.

Dell’importanza della manifestazione per il settore del commercio e del grande impegno profuso per realizzarla ha parlato Eros Condelli, presidente Confesercenti Empoli e responsabile eventi dell’Associazione Centro Storico Empoli: “E’ un momento importantissimo per il commercio perché vale per il settore oltre il 30 per cento dell’anno. Abbiamo lavorato tutto l’anno per raggiungere obiettivi di efficientamento energetico e abbiamo risparmiato oltre il 40 per cento rispetto al 2021. E’ stato un lavoro difficile ma ci siamo riusciti e speriamo che l’evento sia all’altezza degli anni passati e di raggiungere l’obiettivo di 1milione di presenze”. Gli ingredienti ci sono visto che nel 2021 si era registrato la presenza di 1.200 famiglie provenienti da fuori Toscana e che quest’anno si registrano, per la stessa tipologia di provenienza, già 5mila prenotazioni.

Diverse le novità di quest’anno, tra cui la ruota panoramica in piazza Matteotti, l’albero in piazza della Vittoria, che sarà più alto, la ghianda illuminata più grande d’Italia, nuove installazioni per modificare l’assetto della città e la nuova mascotte di Empoli a cui verrà dato un nome attraverso un contest fatto con le scuole.

Un cartellone dunque ricco di eventi, come ha sottolineato l’assessore con delega al turismo del Comune di Empoli Giulia Terreni, con “tante attrazioni per i bambini e adulti, non solo commerciali ma anche culturali”.

Fonte: Ufficio Stampa Consiglio regionale della Toscana