Germogli III, oltre trenta iniziative e centinaia di partecipanti di ogni età

L'edizione 2023 della manifestazione ha confermato il successo delle precedenti, con tanti eventi da tutto esaurito

Germogli III, oltre trenta iniziative e centinaia di partecipanti di ogni età

EMPOLI - Oltre trenta eventi, online o in presenza, una decina di ospiti fra relatori e autori, altrettante associazioni e realtà del territorio coinvolte nello sviluppo del programma che ha toccato quasi venti sedi differenti fra spazi comunali, a partire dalla biblioteca comunale Renato Fucini, delle associazioni, delle librerie coinvolte o ancora del punto BiblioCoop di via Sanzio, solo per fare alcuni esempi. Centinaia fra bambini e bambine, ragazze e ragazzi, ma anche adulti e famiglie intere, pronte a partecipare alle iniziative, tutte a ingresso gratuito, molte delle quali molto partecipate o addirittura da tutto esaurito. Sono alcuni dei numeri dell'edizione 2023 di "Germogli - Coltiviamo i diritti dell'umanità di domani", dedicata all'articolo 2 della Convenzione Onu contro ogni forma di discriminazione, che si è svolta, dopo la prima tappa del 10 novembre con l'incontro fra la sindaca Brenda Barnini e il Consiglio dei bambini e delle bambine, da lunedì 20 novembre, Giornata mondiale dei diritti dei bambini e degli adolescenti, a domenica 26 novembre 2023.

Dall'appuntamento con l'autore del Germoglio simbolo della rassegna, l'illustratore Simone Frasca, all'attesissima caccia al tesoro a cura dei Musei di Empoli, con tanto di squadre pronte a sfidarsi in giochi ed enigmi facendo tappa al Museo del Vetro, al Museo Civico di Paleontologia, alla chiesa di Santo Stefano degli Agostiniani e in altri luoghi storici del centro di Empoli. O ancora la magia della Foresta bambina, dell'incontro con i silent book resi protagonisti da Susi Danesin, autrice e attrice specializzata in teatro dei ragazzi, l'energia dei giochi senza barriere o il fascino del trekking alla scoperta della città, senza dimenticare gli incontri con autori come Simone Perazzone oppure con gli artisti del fumetto o le voci della radio o ancora con l'associazione Maestri di strada onlus sul tema dei diritti. Tutto questo ha donato allegria ma anche occasioni per stare insieme e per riflettere ai partecipanti e alla partecipanti di ogni età. E non sono mancate neppure le opportunità per approfondire le proprie competenze o per impararne di nuove, come l'incontro formativo dedicato alla Comunicazione Aumentativa Alternativa.

Ogni fascia di età, dai piccolissimi fino ai ragazzi e agli adulti, ha incontrato proposte ad hoc, linguaggi e contesti differenti pensati per accendere, ognuno a suo modo, l'attenzione sul tema dell'importanza di tutelare i diritti di bambine, bambini, ragazze e ragazzi. Un tema centrale per l'amministrazione comunale, impegnata nel percorso per l'accreditamento Unicef come "Città amica dei bambini e degli adolescenti". Sviluppare progetti e interventi mirati ad accrescere l'attenzione sul mondo dei minori, sulle loro necessità, ascoltare le richieste dei più piccoli sono tutti passaggi che rientrano in questo percorso che ha portato anche alla nascita del Consiglio comunale dei bambini e delle bambine.

"Il successo di partecipazione di anno in anno registrato da Germogli ci conferma di aver avviato un percorso atteso e necessario - sottolinea la sindaca Brenda Barnini - Atteso perché le occasioni di incontro e condivisione sono pane per i più piccoli come per gli adulti, sono centrali per la loro crescita, e necessario perché garantire momenti di riflessione e approfondimento, attraverso i linguaggi adeguati a ogni età, sul tema dei diritti è vitale. E lo è per tutti e per tutte. Quindi, ringrazio chi si è impegnato per realizzare i numerosi appuntamenti messi in cartellone, dagli uffici comunali alle tante preziose realtà del territorio fino agli esperti e gli ospiti che di anno in anno sono al nostro fianco. Un gioco di squadra senza il quale non sarebbe possibile raggiungere questi importanti risultati".

Il cartellone di eventi Germogli III proseguirà anche nel 2024 con nuove iniziative e incontri sul diritto scelto per questa edizione: tra gli appuntamenti già calendarizzati si segnalano due incontri formativi per adulti organizzati in collaborazione con il Centro Studi Bruno Ciari, tenuti dalle artiste, autrici e illustratrici Arianna Papini e Sonia Maria Luce Possentini, rispettivamente il 24 gennaio e il 22 marzo 2024.

IL TEMA - Per l’anno 2023 il Settore Servizi alla persona ha scelto l’art. 2 della Convenzione ONU del 1989 sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza: “Gli Stati parti si impegnano a rispettare i diritti enunciati nella presente Convenzione e a garantirli a ogni fanciullo che dipende dalla loro giurisdizione, senza distinzione di sorta e a prescindere da ogni considerazione di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o altra del fanciullo o dei suoi genitori o rappresentanti legali, dalla loro origine nazionale, etnica o sociale, dalla loro situazione finanziaria, dalla loro incapacità, dalla loro nascita o da ogni altra circostanza. Gli Stati parti adottano tutti i provvedimenti appropriati affinché il fanciullo sia effettivamente tutelato contro ogni forma di discriminazione o di sanzione motivate dalla condizione sociale, dalle attività, opinioni professate o convinzioni dei suoi genitori, dei suoi rappresentanti legali o dei suoi familiari".