Opera in Piazza, per la settima edizione sul sagrato della Collegiata andrà in scena l’opera pucciniana “Turandot”

Un omaggio al compositore lucchese, Giacomo Puccini, scomparso anch’egli cento anni fa, solo pochi mesi dopo Ferruccio Busoni. Appuntamento in piazza Farinata degli Uberti, venerdì 26 luglio 2024

Opera in Piazza, per la settima edizione sul sagrato della Collegiata andrà in scena l’opera pucciniana “Turandot”

EMPOLI - Venerdì 26 luglio 2024, per la settima edizione dell’Opera in Piazza promossa dal Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni, andrà in scena sul sagrato della Collegiata di piazza Farinata degli Uberti, la “Turandot” di Giacomo Puccini. L’allestimento dell’opera pucciniana vuole essere un omaggio al compositore lucchese, scomparso anch’egli cento anni fa, solo pochi mesi dopo Ferruccio Busoni. 

Iniziata nel 1920, l’opera in tre atti su libretto di Giuseppe Adami e Renato Simoni che prende le mosse dalla celebre fiaba di Carlo Gozzi, rimase incompiuta. “Turandot” sarà edita solo nel 1926, completata da Franco Alfano grazie agli appunti lasciati da Puccini stesso. Una curiosità: la prima rappresentazione avvenne proprio nel 1926 al Teatro alla Scala di Milano, il 25 aprile, sotto la direzione di Arturo Toscanini che, però, interruppe la rappresentazione anzitempo rivolgendosi al pubblico con: “Qui termina la rappresentazione, perché a questo punto il Maestro è morto”. 

Puccini, infatti, non aveva risolto il nodo cruciale del dramma: l’evoluzione della Principessa Turandot che da imperturbabile, algido e sanguinario personaggio si trasforma grazie all’amore eroico di Calaf. L’altra protagonista femminile indiscussa dell’opera è Liù, giovane schiava di Turandot che, invece, è pervasa d’amore e pietà. Innamorata proprio di Calaf, è l’unica a conoscerne la vera identità e a mantenerne il segreto a costo della sua stessa vita. 

La drammatica e rivelatrice aria “In questa reggia” di Turandot, la splendida e straziante romanza di Liù “Signore ascolta” e la trepidante e potente “Nessun dorma” di Calaf, assieme alle celeberrime note di tutta l’opera, risuoneranno nella piazza simbolo della città di Empoli, coinvolgendo il pubblico nell’immutato fascino dell’ultima composizione di Giacomo Puccini.

Le modalità di acquisto dei biglietti saranno annunciate nei prossimi mesi.

Per informazioni: Centro Studi Musicali Ferruccio Busoni. Tel. 0571/711122 - Mob. 373/7899915, www.centrobusoni.org | csmfb@centrobusoni.org.

 

Opera in Piazza, per la settima edizione sul sagrato della Collegiata andrà in scena l’opera pucciniana “Turandot”