Palazzo Leggenda, in corso gli ultimi interventi di restauro

Saranno conclusi nel mese di settembre. Interessano la velatura dei soffitti con travi in legno e pianelle in cotto, portali ed elementi in pietra e le porte in legno

.

EMPOLI - Obiettivo, restituire prossimamente alla cittadinanza un edificio recuperato e riqualificato in ogni suo dettaglio, nel rispetto della sua storia e delle sue caratteristiche. Ha preso il via nei giorni scorsi per poi concludersi nel mese di settembre l'intervento di velatura dei soffitti e restauro dei portali in pietra all'interno dell'ex convitto infermieri del complesso dell'ex San Giuseppe. Si tratta di uno step ulteriore del percorso di recupero dell'edificio che affaccia su piazza del Popolo, destinato a ospitare Palazzo Leggenda, ovvero  la sezione Ragazzi della biblioteca. Porte aperte per bambine e bambini e ragazze e ragazzi fino a 17 anni di età che vorranno consultare o prendere in prestito albi o libri ma anche che vorranno partecipare ad attività laboratoriali e di promozione della lettura. E ci sarà spazio anche per locali per ufficio o sale riunioni, il cosiddetto urban center, e ancora per un'area espositiva temporanea oltre che per un punto desk per biglietteria, informazione e controllo degli accesi. 

Durante l’esecuzione dell’appalto principale, sono infatti emerse una serie di lavorazioni di restauro da eseguire oltre l’intervento previsto, che comprendono la velatura di soffitti con travi di legno e pianelle in cotto, il recupero e restauro di portali ed elementi in pietra, il recupero e restauro di porte in legno. Intervento non compreso nell'ambito dell'appalto principale che ha l'obiettivo di valorizzare le caratteristiche storiche dell'edificio. Le lavorazioni sono state valutate e definite con la direzione dei lavori e la funzionaria architetta della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e per le province di Pistoia e Prato. Si è quindi proceduto all'affidamento dell'incarico. Intanto è in corso la gara per la progettazione, la realizzazione e la posa in opera degli arredi e delle suppellettili per Palazzo Leggenda, un appalto da 270mila euro che permetterà di sviluppare le funzioni dell'edificio attraverso lo studio degli spazi e il loro conseguente allestimento: l'aggiudicazione dei lavori è prevista nel mese di settembre.

"Siamo agli ultimi passaggi di recupero e restauro del vecchio edificio che collega piazza del Popolo e via Paladini - sottolinea la sindaca Brenda Barnini - Lì nascerà la biblioteca di bambini e ragazzi, un servizio di qualità eccellente che testimonia come la nostra amministrazione abbia dato massima importanza al settore culturale e all’educazione. Un grande investimento sostenuto anche da fondi europei per una Empoli sempre più aperta e moderna".

RIGENERAZIONE URBANA - Il recupero dell’edificio dell’Ex Convitto Infermieri, all'interno del complesso dell'ex San Giuseppe, è finalizzato al consolidamento e alla valorizzazione storica del fabbricato, che affaccia in piazza del Popolo, in particolare della Torre dei Righi, memoria della cerchia muraria trecentesca. Il tutto con l’obiettivo di realizzare un polo multidisciplinare aperto alla città. Nello specifico si prevede di realizzare a piano terra l’Urban Center cittadino, con spazi per la partecipazione collettiva e l’inclusione sociale, mentre nei piani superiori sarà organizzata la Smart Library, estensione della biblioteca comunale con servizi dedicati ai bambini e ragazzi. L'edificio diventerà inoltre l’anima del festival Leggenda. Il recupero dell'ex convitto infermieri è parte del progetto "Hope. Home of People and Equality" promosso per recuperare e riqualificare edifici e spazi pubblici del centro storico, facendoli tornare a essere vissuti e utilizzati dai cittadini, rendendoli funzionali a ospitare servizi e attività che siano occasioni di attrattiva e incontro per la popolazione, non solo di Empoli. L’intervento strategico HOPE ha ottenuto sulla base del bando competitivo dei Progetti di Innovazione Urbana (PIU) della Regione Toscana il cofinanziamento di una quota degli interventi, attraverso i fondi strutturali europei POR-FESR 2014-2020 destinati alla rigenerazione urbana (ASSE 6): il progetto, avviato dall’amministrazione comunale nel 2016 e oggi in corso di attuazione, persegue gli obiettivi del bando prevedendo interventi integrati e intersettoriali, finalizzati al miglioramento dei servizi sociali ed educativi, favorendo la fruizione dei luoghi della cultura ed efficientando il patrimonio edilizio pubblico. Sono interessati gli spazi aperti di un importante settore del centro storico e alcuni edifici strategici di proprietà comunale: il complesso di San Giuseppe, posto in via Paladini, che comprende l’ex ospedale cittadino e l’ex convitto infermieri, e l’ex-Sert, edificio che prospetta su piazza XXIV Luglio.