“Patto del Verde”, giornata conclusiva con le scuole superiori e gli esperti

La sindaca Barnini: «Abbiate la curiosità di diventare sempre più attenti e consapevoli»

.

EMPOLI – Oltre duecento ragazze e ragazzi delle scuole superiori di Empoli, Il Pontormo e il Virgilio, classi III, IV e V, hanno partecipato alla giornata conclusiva del “Patto del Verde” che si è tenuta stamattina, martedì 14 novembre 2023, a La Vela Margherita Hack, ad Avane, in via Magolo, 32. Una platea meravigliosa, attenta e interessata.

Sul palco, ospiti di rilievo come Stefano Mancuso, professore di etologia vegetale dell'Università di Firenze, alla guida della società multidisciplinare PNAT s.r.l., team di supporto tecnico scientifico scelto dell'amministrazione comunale per la redazione del Patto che mette al centro tutela dell'ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi, introdotto dalla conduttrice televisiva ed ecoblogger, Tessa Gelisio, ha parlato di crisi climatica, riduzione delle emissioni, maggiore piantumazione di alberi, il valore che hanno tutte le piante di una città come Empoli e quali strategie per affrontare la sfida ambientale. Ha preso poi parola Antonio Rancati, segretario generale di Plastic Free ODv onlus, che ha portato all’attenzione di tutti l’esperienza dell’associazione e delle volontarie e volontari che si mettono a disposizione per raccogliere plastica ovunque. Ha restituito una panoramica mostruosa di tonnellate di plastica rinvenuta e l’auspicio di un percorso possibile di miglioramento, di riduzione delle microplastiche e di un minor consumo di rifiuti.

Le conclusioni sono state affidate alla sindaca di Empoli Brenda Barnini che ha sottolineato: «Questi anni sono stati anni importanti per fare un salto di qualità nella modalità con cui ci prendiamo cura del nostro verde urbano ma soprattutto nella centralità che abbiamo dato a questo tema. L’appuntamento di questi due giorni di ieri e di quello che abbiamo concluso da pochi minuti insieme a voi, una platea meravigliosa di studentesse e studenti, è servito a fare il punto della situazione in cui siamo arrivati e poi anche per rilanciare la sfida verso il futuro.  Spero che questa mattinata vi resti e vi sia stata trasmessa che cosa significa occuparsi di ambiente, di come la vostra generazione sicuramente inventerà un nuovo stile di vita e di portare via con voi, uscendo da qui, un bagaglio di stimoli su cui riflettere. La qualità della vita all’interno della nostra città è da sempre legata all’enorme disponibilità di verde urbano – ha proseguito Barnini - che i cittadini hanno. Non c’è una scuola, un quartiere, una frazione che non abbiano vicino un giardino pubblico o un parco. La sfida per il futuro che è anche la vostra, è fare in modo che queste zone siano sempre curate, tutelate da parte di tutti noi, insieme, perché il senso di questo ’patto’ è quello di coinvolgere tutta la comunità affinchè si senta partecipe e corresponsabile della buona cura del nostro verde per il proprio benessere. Abbiate la curiosità di diventare sempre più attenti e consapevoli».

Presenti all’iniziative l’assessore all’ambiente del Comune di Empoli, Massimo Marconcini; il vice sindaco Fabio Barsottini che è intervenuto in apertura della mattinata. «La Terra ci sta dando molti drammatici segnali che provengono dalla condotta di stili di vita sbagliati che noi portiamo avanti. La presentazione di questo ‘Patto’ è una grande occasione, un messaggio forte alla politica. Abbiamo bisogno di garantire un equilibrio tra specie umana e sistema terra»; Alessandro Annunziati, dirigente delle politiche territoriali del Comune di Empoli e tutto il personale del Servizio Ambiente del Comune di Empoli.