Piazza Don Minzoni e zona stazione, la sindaca Barnini proroga l'ordinanza anti-alcol

Il provvedimento resterà in vigore fino al 9 gennaio 2025 e interesserà anche via Curtatone e Montanara

Piazza Don Minzoni e zona stazione, la sindaca Barnini proroga l'ordinanza anti-alcol

EMPOLI – Con ordinanza numero 2 del giorno 9 gennaio 2024 (https://bit.ly/3tL1J46), la sindaca di Empoli, Brenda Barnini, ha deciso di prorogare fino al 9 gennaio 2025, a partire dal 10 gennaio 2024, l'ordinanza 6 del 10 gennaio 2023 (https://bit.ly/3ipgwMq)  che stabilisce il divieto di consumo di bevande alcoliche in piazza Don Minzoni e nelle zone adiacenti la stazione ferroviaria, per la tutela della convivenza civile, della coesione sociale, della vivibilità e dell'incolumità pubblica.

Le aree interessate si confermano oltre a piazza Don Minzoni e l'area pedonale antistante la stazione ferroviaria, via San Martino, via Palestro, via XI Febbraio, via Ricasoli, viale Buozzi - Parco della Rimembranza e anche via Curtatone e Montanara.

«La scelta di prorogare i provvedimenti di divieto assoluto del consumo di alcol nella zona della stazione ferroviaria, va nella direzione di proseguire senza sosta a garantire maggiore sicurezza per tutti i cittadini – afferma la sindaca di Empoli, Brenda BarniniPoche settimane fa abbiamo concluso l’intervento di demolizione del parcheggio multipiano, riqualificando l’area e rispondendo alle numerose richieste dei cittadini, abbiamo inaugurato il murales e a breve partirà l’installazione di video sorveglianza in via XI Febbraio. Ma soprattutto, un maggiore presidio delle forze dell’ordine ha dato una concreta sensazione di sicurezza ed è quello che ho sempre richiesto in tutti questi anni senza mai risparmiarmi. Stiamo studiando ulteriori provvedimenti che possano andare ad incrementare il livello di controllo da parte delle forze dell’ordine sulle attività della zona – prosegue la sindaca -. Anche alla luce dei recenti fatti di cronaca dobbiamo fare tutto il possibile per sottrarre spazi all’illegalità e garantire maggiore sicurezza ai cittadini. Resta fondamentale la collaborazione attenta e puntuale con le forze dell'ordine e la polizia municipale che ringrazio».

Si ricorda che il provvedimento dispone che è vietato, tranne che all'interno degli esercizi pubblici autorizzati alla somministrazione di alimenti e bevande e nelle loro pertinenze, il consumo di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in qualsiasi contenitore; il consumo di bevande non alcoliche in contenitori in vetro e lattine; l'abbandono in luogo pubblico e/o di uso pubblico di qualunque contenitore di bevande e/o di alimenti nonché di qualsiasi altro rifiuto.

L'obiettivo dell'amministrazione comunale è di proseguire nell'opera di prevenzione e contrasto di situazioni perduranti di accertato degrado, spesso legate al consumo di alcol, che pregiudicano l'incolumità pubblica e favoriscono l'insorgere di situazioni che impediscono la civile convivenza, la fruibilità dei luoghi pubblici e privati.