Sant’Andrea, il dono della cera alla Chiesa nella giornata del santo patrono di Empoli

La sindaca Barnini: «Un’occasione importante per rinsaldare i legami profondi che uniscono la nostra comunità nei valori della solidarietà e del cammino per il bene comune»

Sant’Andrea, il dono della cera alla Chiesa nella giornata del santo patrono di Empoli

EMPOLI – “Un dono in segno di comunione e collaborazione per il bene comune della nostra città”. Con queste parole il proposto don Guido Engels, insignito della massima onorificenza, il Sant’Andrea d’Oro, insieme ai tre gruppi Scout di Empoli, ha ricevuto il dono della cera da parte del Comune alla Chiesa durante la celebrazione della santa messa in Collegiata, in occasione del Santo Patrono della città, giovedì 30 novembre 2023.

«Una secolare tradizione che parte da lontano e che ogni anno rinnoviamo con il dono di una cera da parte dell’amministrazione comunale alla nostra Collegiata nella giornata del patrono della città – ha sottolineato la sindaca Brenda Barnini dopo aver consegnato la cera -. È sempre un momento molto emozionante perché è un simbolo della nostra vicinanza e mai come quest’anno credo si possa dire di aver seguito un cammino comune in questa nostra giornata che ho raccontato poche ore fa come una festa per tutta la nostra comunità. Dopo la cerimonia di consegna del Sant’Andrea d’Oro, dove sono stati insigniti i gruppi scout di Empoli e don Guido, direi che non c’era modo migliore per dare seguito a quello che tante volte ci siamo detti: di contare sulla collaborazione, sulla coesione, sulla capacità di fare del proprio meglio all’interno della nostra comunità. Questo è il senso anche della cerimonia del Sant’Andrea d’Oro e questo è anche il significato profondo del dono che il Comune fa alla Chiesa».