Scuola, la posa della prima pietra del Ferraris di Empoli

Alla presenza dei Sindaci Nardella, Barnini e Cucini

.

Oggi, lunedì 23 ottobre 2023, sono iniziati i lavori di realizzazione di due nuovi blocchi funzionali del plesso scolastico in bioarchitettura dell'Istituto d'Istruzione Superiore G. Ferraris di Empoli. La posa della prima pietra è avvenuta alle 11, alla presenza del Sindaco della Città Metropolitana di Firenze Dario Nardella, di Giacomo Cucini, delegato all'edilizia scolastica per l'Empolese Valdelsa della Metrocittà, della Sindaca di Empoli Brenda Barnini e della dirigente scolastica Grazia Mazzoni.

"È il primo passo verso la realizzazione di un plesso scolastico strategico per il territorio - commenta Dario Nardella - La Metrocittà ha accolto con entusiasmo e impegno la priorità dell'edilizia scolastica, interpretando correttamente e con attenzione la domanda che viene dagli studenti per la loro formazione e per ambienti che siano all'altezza di tutto il personale scolastico che consente di concretizzarla".

“Quello di oggi è un giorno importante - sottolinea la sindaca di Empoli, Brenda Barnini - Quello al via è il cantiere di completamento di un impegno sospeso per tanti anni che vede appunto la realizzazione di un ulteriore edificio complementare rispetto a quello adiacente all’area cantiere. È il primo ma importante tassello di un masterplan più complessivo di investimenti che Città Metropolitana farà sulle scuole superiori nella nostra città e che, nelle prossime settimane, presenteremo ufficialmente. Quindi quella di oggi è la prima pietra di un cantiere che dà il via simbolicamente non solo alla realizzazione di questi spazi indispensabili per la vita della scuola ma anche a una stagione di rinnovata risposta alle esigenze degli studenti che frequentano le scuole superiori del territorio”

"Il cantiere inaugurato oggi segna il passo avanti di un progetto molto atteso - aggiunge il sindaco di Certaldo Giacomo Cucini, delegato all'edilizia scolastica per l'Empolese Valdelsa della Metrocittà -, un investimento da 3 milioni e mezzo, tutto finanziato dal PNRR che, anche attraverso l'edilizia scolastica di Città Metropolitana, ha avuto ricadute importanti sulle scuole empolesi e che dota di importanti laboratori L'IIS Ferraris. L'edificio è NZEB (Nearly Zero Energy Building), completamente costruito in bioedilizia. Nelle prossime settimane sarà presentato un masterplan della geografia definitiva delle scuole empolesi, con interventi che fanno parte di una cornice complessiva più ampia, che punta a migliorare la qualità della vita scolastica degli studenti di scuola superiore che scelgono Empoli, che diventa sempre più attrattiva con i suoi tanti indirizzi".

Il primo blocco in questione (il n. 4 dell'intero complesso) sarà realizzato quasi interamente vetrato, richiamando direttamente il secondo, sia visivamente che funzionalmente. Non sono previsti infatti spazi didattici, ma avrà funzione distributiva, di collegamento tra le adiacenti aule e i laboratori e sarà pensato sempre come serra di accumulo solare, oltre che come filtro interno/esterno e come ambiente di uscita dei flussi di emergenza.

Il quinto blocco sarà invece affine al primo e al terzo, interessato dalla presenza di locali didattici e bagni, avrà caratteristiche formali più massive con spesse pareti intonacate e aperture regolari e prevalentemente verticali. Gli ambienti saranno tre per piano, di forma rettangolare, con superficie molto elevata per permette anche l’installazione del materiale didattico speciale. Nella parte Sud-Est del blocco saranno allocati i bagni e il vano scale/ascensore.

L’intervento, per un importo complessivo di 3.589.706.65 euro, è finanziato tramite i fondi PNRR. Il termine dei lavori è previsto per gennaio 2025.

FonteCittà Metropolitana di Firenze