Teatro Il Ferruccio, il sostegno non si ferma: nuovi donatori ricevuti in Comune

Consegnati gli attestati di ringraziamento. La sindaca Barnini: "Il teatro civico esiste nei cuori degli empolesi da decenni e crescerà con una nuova generazione, dando vita a occasioni di socialità e cittadinanza"

.

EMPOLI – I sostenitori del Teatro Il Ferruccio crescono ancora, pronti a contribuire alla nascita del teatro comunale di Empoli, grazie alla campagna di raccolta fondi 'Adotta una zolla'. Un gesto di generosità e di attenzione verso la comunità e verso la città. Nel pomeriggio di ieri, giovedì 27 aprile 2023, si è tenuta nella sala consiliare al primo piano del Palazzo Municipale di via Giuseppe del Papa, 41, la cerimonia di ringraziamento dei nuovi donatori, accolti dalla sindaca Brenda Barnini e dal presidente del comitato Amici del teatro comunale Il Ferruccio, Alessandro Torcini.

"Anche in questa occasione, abbiamo ricevuto molti cittadini che hanno aderito alla campagna di donazione per la realizzazione del parco culturale della città - sottolinea la sindaca Barnini - Ogni volta mi emoziona ascoltare le storie di chi ha scelto di contribuire a questo grande progetto, chi lo ha fatto in memoria di un familiare che ha perduto, chi perché da sempre innamorato della cultura e non vedeva l’ora di avere un teatro a Empoli, chi si è trasferito da poco nella nostra città e vuole con questo gesto aderire alla comunità e sentirsi protagonista. Il teatro civico il Ferruccio nasce oggi ma esiste nei cuori degli empolesi da decenni e crescerà insieme a una nuova generazione dando vita a nuove occasioni di socialità e cittadinanza. Sono onorata di aver dato vita insieme a tante e tanti a questo progetto che rimarrà come uno dei più importanti di questi anni di amministrazione".

Il momento di incontro è stata l'occasione per la consegna ai presenti degli attestati di riconoscimento e di una spilla ricordo, in segno di ringraziamento per la loro volontà di aiutare lo sviluppo di un progetto importante, quello che porterà alla realizzazione del Parco culturale e del teatro comunale al suo interno, nella zona di piazza Guido Guerra. Un progetto, reso possibile grazie a finanziamenti PNRR, che porterà, oltre che alla riqualificazione dell'area, alla rigenerazione urbana di una delle zone di accesso alla città.

Protagonisti, di volta in volta, di questi incontri e della campagna di raccolta fondi, cittadine e cittadini, aziende, cooperative, professionisti, associazioni culturali, di volontariato. Soggetti differenti uniti dalla convinzione che la realizzazione di un teatro a Empoli sia un traguardo da tagliare, tutti insieme.

ECCO I NOMI – Azienda Maintech srl; Nicoletta Scotti, Martino ed Emma Pedalino; Gaetano Cinelli; Alessandro Mariani; Patrizia Mariotti; Regina Canapè; Stefano Mazzei; Davide Bombana e Horst Beyer; Laura Mannucci; Margherita Ronghi; Valerio Cannalire ed Enza Montalto anche per Gianluca Cannalire.

ADOTTA UNA ZOLLA - Continua la campagna di raccolta fondi per sostenere la costruzione del Parco culturale. Sul sito, nella sezione “Sostieni il teatro”, sono dettagliate le procedure per donare e per accedere alla detrazione del 65% della quota versata attraverso l’istituto dell’Art Bonus. Ogni zolla ha un valore simbolico di 45 euro. Grazie al ricavato della raccolta fondi si contribuirà ai lavori per lo scavo del terreno e per il posizionamento delle fondamenta della struttura. I donatori vengono ringraziati con una spilla simbolo della campagna di raccolta fondi e un attestato a ricordo della donazione, chi donerà almeno 150 euro avrà la possibilità di vedere iscritto il proprio nome (o quello della persona a cui vuol dedicare la donazione) nel pannello dei donatori nell’ingresso principale del teatro. Tutte le informazioni sono disponibili cliccando su www.teatrodiempoli.it o inviando una mail a teatro@comune.empoli.fi.it.